Tecar terapia: come funziona?

Tecarterapia come funziona?

Per cercare di rendere chiaro il concetto, il macchinario di tecarterapia genera una corrente a frequenza compresa fra 0,4 e 0,5 MHz, che tramite gli elettrodi rappresentati dai manipoli e la piastra neutra, trasferisce energia che attraversa il tessuto da trattare, e in base alla tipologia di questo avremo diversi effetti sulle componenti. Sarà quindi compito del Fisioterapista comprendere e decidere come sfruttare il principio fisico elettrico per ottenere degli effetti sui tessuti biologici.

Modalità di funzionamento : Tecarterapia Capacitiva e Resistiva


Il Terapista che esegue una tecarterapia deve conoscere il tessuto che decide di trattare in maniera perfetta, perché in ogni tratto del corpo avremo risultati differenti.

Le modalità di funzionamento della tecarterapia sono sostanzialmente 2 e per semplificazione si usa distinguere il funzionamento in:

  1. Tecarterapia Capacitiva: permette di usare la Tecar sui tessuti e le strutture biologiche dotate di componente liquida (strutture molto idratate) come muscoli, e vasi linfatici e sanguigni.
  2. Tecarterapia Resistiva: Questa modalità si usa prevalentemente sui tessuti che sono dotati di una grande componente connettiva, come ad esempio tendini, legamenti, capsule articolari ossa e cartilagini.

Come si svolge una seduta di Tecarterapia?


Esistono varie tipologie di sedute di Tecarterapia.

  1. Modalità manuale: Generalmente la modalità classica e quella più utilizzata dal terapista è la modalità manuale. Prevede l’uso di un manipolo collegato al macchinario, che viene posto sulla cute dell’area che va trattata. Viene spalmata sulla cute una crema bianca che è appunto una crema conduttiva, che permette lo scivolamento del manipolo sull’area da trattare, e si muove il manipolo in varie direzioni in base alla strategia del terapista.
  2. Modalità manuale dinamica: Questa modalità è molto interessante perché sfrutta i benefici della tecarterapia uniti all’esecuzione di esercizi durante il passaggio di corrente. Molto interessante soprattutto in campo sportivo.

Effetti Terapeutici

Quando un paziente si sottopone ad una seduta terapeutica, il terapista cercherà di ottenere degli effetti terapeutici per migliorare i sintomi che hanno portato il paziente nello studio.

Ogni seduta avrà come scopo l’attivazione di processi complessi che possono essere riassunti in:

  • Effetti Antinfiammatori
  • Effetti Antidolorifici
  • Effetti Riparativi

Questi risultati terapeutici avverranno grazie all’azione della tecar mediante:

  • L’aumento della temperatura endogena locale
  • La vasodilatazione
  • L’aumento della micro-circolazione
  • Indicazioni terapeutiche della Tecar

Questa tecnologia rappresenta ad oggi probabilmente la terapia in campo fisioterapico-ortopedico più usata. Ricordiamo che questa terapia va eseguita in maniera corretta e soprattutto con una preparazione di base molto approfondita per non incorrere in errori e fallimenti terapeutici.

Le patologie che beneficiano della tecarterapia sono:

  • problemi muscolari
  • tendiniti e tendinosi
  • epicondilite ed epitrocleite
  • dolori cervicali e dolori lombari
  • post chirurgia del ginocchio (menisco, LCA)
  • post chirurgia della spalla
  • trattamento dei Trigger point
  • distorsione alla caviglia
  • coxoartrosi ed esiti di protesi anca
  • pubalgia
  • fascite plantare
  • tallonite
  • capsulite adesiva
  • cicatrici chirurgiche

Richiedi informazioni

Accetto le regole sulla Privacy

Accetta   Rifiuta 

Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.